Si possono fare le vaccinazioni?

La natura stessa della terapia immunosoppressiva, che agisce riducendo l'attività del nostro sistema immunitario, fa sì che i vaccini possano essere poco efficaci dopo il trapianto. Infatti, per agire, i vaccini richiedono un sistema immunitario bene attivo.
Ciò premesso, i vaccini non sono controindicati dopo il trapianto, specie se si tratta di vaccini non viventi, come per esempio il vaccino antitetanico o il vaccino anti-influenzale. Questi 2 vaccini sono anzi indicati dopo il trapianto, sempre tenendo presente però che c'è il rischio che non funzionino così bene come nei soggetti non trapiantati.
Noi invece sconsigliamo i vaccini con germi vivi, anche se attenuati, per il rischio (teorico) che possano indurre una malattia nei soggetti con scarse difese immunitarie.

E' importante che, prima del trapianto, i soggetti che non hanno né il virus dell'epatite B, né anticorpi diretti contro quel virus, si vaccinino contro l'epatite B, per evitare i rischi connessi con questa malattia dopo il trapianto (v. sezione dedicata ai rischi maggiori del trapianto).

 
 
indietro di una domanda
 
ritorno all'indice
 
avanti di una domanda