RISULTATI DEL CENTRO DI TREVISO
CON I  TRAPIANTI SUCCESSIVI AL PRIMO (>1°)
DA DONATORE CADAVERE
 
L'analisi viene condotta confrontando solo i trapianti effettuati dal 1985 in poi, cioé dopo l'introduzione a Treviso della Ciclosporina
 
 
Nonostante quanto ci si potrebbe aspettare (in Letteratura viene segnalato che la probabilità di funzionamento dei trapianti successivi al primo è lievemente ridotta), a Treviso i risultati dei trapianti successivi al primo sono risultati assolutamente paragonabili a quelli dei primi trapianti.
Ciò probabilmente è dovuto sia alla nostra politica di adattare la terapia immunosoppressiva alle caratteristiche dei singoli pazienti (e i pazienti che ricevono un trapianto successivo al primo vengono trattati con dosi maggiori di immunosoppressori per contrastare l'aumentato rischio di rigetto), sia alla politica della nostra Organizzazione (il NITp) di effettuare trapianti successivi al primo solo in presenza di un'ottima compatibilità tra donatore e ricevente.
 
 
indietro di un argomento
 
ritorno all'indice
 
avanti di una argomento